Poiché tutto è un riflesso della nostra mente, tutto può essere cambiato dalla nostra mente.

Gautama Buddha

La psicologia quantistica e l’arte di modificare la realtà

La psicologia quantistica è un approccio multidisciplinare che utilizza, nell’attività di formazione e nell’approccio con il paziente, le ultime conoscenze nell’ambito della psicologia, della biologia, delle neuroscienze nonché della fisica quantistica. Attraverso l’apprendimento del modello quantistico di realtà in cui non esiste una separazione tra soggetto ed oggetto, tra mondo interno ed esterno, ma soggetto-oggetto sono tutt’uno, possiamo sviluppare la capacità di correlarci al futuro che vogliamo sperimentare ed è come compiere un salto quantico da ciò che si era/è a ciò che si può essere.

Lo scopo è riconoscere le barriere e le limitazioni mentali che ci impediscono di vivere appieno le nostre potenzialità e la nostra vita, non siamo vittime passive degli eventi. L’emisfero sinistro è un censore logico e razionale che ci limita il vivere spesso nelle nostre esperienze passate. L’emisfero destro è creativo, analizza il tempo presente e ci permette di rielaborare la realtà con una luce nuova, più coerente al nostro essere qui ed ora. Se si vuol conoscere il nostro passato osserviamo il presente che è l’effetto del passato. Se vogliamo conoscere il nostro futuro osserviamo il presente che è la causa del futuro.

La scienza della fisica quantistica sostiene che non esiste una realtà oggettiva indipendente da noi, ma solo una realtà soggettiva relativa all’Osservatore. Conoscere il potere dell’osservatore, della nostra più intima essenza è ri-conoscere ciò che già sappiamo di essere: creatori delle nostre creazioni. È indispensabile riconsiderare il concetto di mente e di materia come separati ed inavvicinabili. Se mente e materia sono due aspetti della stessa medaglia come possiamo creare la nostra realtà alla luce di questo modello? Siamo noi che con i nostri processi mentali diamo forma e vita alla realtà.

Essere consapevoli dei nostri processi cognitivi ed emotivi ci permette di aumentare il potere personale rispetto alla nostra vita e la conoscenza diventa potere. Possiamo cambiare la nostra realtà, abbiamo il potere di farlo, grazie alla conoscenza. In tal modo prendiamo consapevolezza di come il mondo in cui viviamo non viene proiettato su di noi ma da noi.

Obiettivo del percorso formativo è essere consapevoli che la realtà esterna è intimamente correlata alla propria realtà interna, modificando quest’ultima, quella attorno a sé stessi si modella e si riconfigura in accordo con la propria mente. I nostri pensieri e le nostre emozioni ci influenzano, ci limitano o ci espandono l’attivazione delle risorse inconsce, formando al contempo strutture energetiche che sono correlate a tutta la struttura energetica dell’universo. Ciò che conta nei processi di cambiamento sono il pensiero e la volontà, l’intento, la consapevolezza e l’immaginazione (in me mago agere). Il presupposto fondamentale perché l’arte dell’immaginazione funzioni è che la persona modifichi sé stessa e cambi internamente; la magia, per essere efficace, ha bisogno del cambiamento interiore di noi stessi.

Nel percorso formativo si impara ad usare il potere della mente, a modellare e plasmare la struttura neurologica del cervello e quindi noi stessi. Diventiamo consapevoli di come l’attenzione ripetuta che concediamo ad ogni pensiero, attraverso la semplice focalizzazione della nostra mente, cambia la nostra rete neurale e di conseguenza “semplicemente pensando” i nostri pensieri diventano “cose”, ossia materia misurabile.